Il musical di Mary Poppins: un’esperienza unica.

“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti”.
William Shakespeare aveva proprio ragione quando secoli fa scriveva questa frase, che risulta essere valida tuttora. Proprio quest’anno ho avuto il piacere di partecipare ad un progetto meraviglioso proposto dal nostro Liceo: il musical di Mary Poppins.
È stata un’esperienza completamente nuova per me e decisamente emozionante. Il vento dall’ est portato da Mary ha coinvolto tutti rendendo l’atmosfera magica. Il meglio è arrivato sul palco, quando a fine spettacolo tra sorrisi e lacrime ci siamo uniti in un abbraccio… È incredibile come, anche conoscendoci da poco, tra noi si sia instaurato un legame unico e probabilmente indissolubile, perché il palco unisce tutti aldilà dei ruoli rivestiti.
Grazie ai nostri organizzatori, che ci hanno guidato pazientemente durante questo percorso, anche con qualche rimprovero, non dimenticherò mai le emozioni che il teatro ha suscitato in me. Ho visto un sogno realizzarsi e mai avrei immaginato di riuscire a salire su un palco, per di più di fronte ad un pubblico. E così anche tante altre persone, dopotutto è proprio Mary Poppins che dice che “tutto è possibile se ci credi”.
Il teatro è metafora della vita, infatti insegna l’importanza dell’unione e del lavoro di squadra, necessari per la riuscita dello spettacolo. Inoltre nessuno è inferiore ad un altro, anche se recita una parte che apparentemente potrebbe sembrare meno importante. Solo l’amore e l’affetto che accomunano gli attori possono trasmettere emozioni al pubblico.
Credo che non dimenticherò mai i preziosi legami che si sono creati, gli insegnamenti ricevuti e questa supercalifragilistichespiralidosa esperienza.

Rebecca Solazzo. V D